Traduzione Libretto Vaccini dal russo e dall’ucraino

Traduzione Libretto Vaccini dal russo e dall’ucraino. Traduzione certificata con la firma.

Per iscrivere il proprio figlio/figlia nato/a in un paese straniero presso l’asilo nido nido, scuola elementare, media o superiore italiana bisogna presentare il certificato o autocertificazione delle vaccinazioni. Per poter ottenere questo Certificato bisogna rivolgersi presso l’ufficio “Unità Operativa Complessa Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica”, comunemente chiamato “ufficio Vaccinazioni“, presso il proprio comune di residenza. Solitamente questo ufficio si trova nei pressi della AUSL oppure all’interno del Ospedale. Se il bambino è nato all’estero, l’operatore dell’ufficio Vaccinazioni chiedere il Certificato o il Libretto di Vaccinazioni già fate all’estero con tutte le specificazioni sui dosaggi, denominazione medicinali e data vaccinazione, ovviamente, tutto tradotto in italiano. Per maggiori informazioni sulla procedura si consiglia di parlare con il proprio pediatra.

Come deve essere fatta la Traduzione certificata del Certificato o Libretto Vaccinazioni in italiano

Mediazione Linguistica offre il servizio di traduzione in italiano semplice o giurata di certificati di vaccinazione emessi da autorità sanitarie in lingua ucraina o russa. La traduzione dei libretti di vaccinazione del bambino permetterà ai genitori di poter iscrivere i propri figli all’asilo nido o materna e per la scuola d’obbligo. Anche agli adulti stranieri spesso viene richiesta la certificazione per motivi di lavoro o per i viaggi intercontinentali. Solitamente l’ufficio vaccinazioni o la scuola richiede una traduzione semplice ovvero solo con il timbro e la firma del traduttore comunque iscritto nella lista di traduttori periti ed esperti. Ma spesso, possono richiedere anche una traduzione giurata (asseverata / registrata presso il tribunale) con la firma e il timbro del Cancelliere.

Esempio traduzione del Certificato o Libretto di vaccinazioni

Quanto costa la traduzione del Certificato o Libretto di vaccinazioni?

Il costo della traduzione dipende dal modello del documento e dalla zona/paese di rilascio; la traduzione dei libretti di vaccinazione molto vecchi, spesso richiesti ad adulti per motivi di lavoro, può essere alquanto complessa. Dipende anche se è stata richiesta una traduzione semplice (solo firma del traduttore) o asseverata (registrata presso il Tribunale), in tutti i casi per richiedere il preventivo per una traduzione del Certificato o Libretto di vaccinazioni potete mandare una mail con la scansione del documento da tradurre su o.brunarska@gmail.com oppure inviare una foto del documento su WhatsApp o Viber 00 39 328 65 21496. In alternativa è possibile compilare il Form Contatti predisposto.

Obbligo vaccini scuola 2019, cosa prevedeva la circolare di luglio:

Autocertificazione vaccini scuola 2019 ecco le indicazioni operative in base alla circolare di luglio del ministero della Salute e Miur, annullate dall’emendamento presentato dai pentastellati che cancella la proroga dell’obbligo vaccinale al prossimo anno.
Regioni e Province autonome senza anagrafe vaccinale e uso di procedura semplificata:

Solo per l’anno scolastico e il calendario annuale 2018/2019 per gli alunni che effettuano la prima iscrizione a scuola:

  1. nel caso in cui i genitori degli alunni non presentino entro il 10 luglio 2018, la documentazione circa l’effettuazione delle vaccinazioni ai sensi del decreto vaccini, i dirigenti scolastici, possono accettare i minori in presenza di una dichiarazione sostitutiva ossia l’autocertificazione vaccini entro il termine di scadenza per l’iscrizione. Tale termine può essere differito da tale data ma sempre entro i termini di scadenza dell’iscrizione, in caso sia necessario provare le condizioni di esonero, omissione o differimento e fino a quel momento, i bambini possono rimanere in classe.
  2. in caso di iscrizione d’ufficio all’anno scolastico/calendario annuale 2018/2019: il minore può essere ammesso alla frequenza scolastica in base della documentazione già presentata nel corso dell’anno scolastico-calendario annuale 2017/2018, fatta eccezione per i casi in cui il minore debba essere sottoposto a nuova vaccinazione o richiamo in base al Calendario vaccinale nazionale. In quest’ultimo caso i genitori, devono presentare, entro il 10 luglio 2018, l’autocertificazione.
  3. In caso di iscrizione avvenuta dopo il 10 luglio: il minore accede ai servizi presentando la documentazione e la dichiarazione sostitutiva, che sarà soggetta a verifiche.

Calendario vaccinazioni generico - traduzione del Certificato o Libretto di vaccinazioni

Obbligo che implica la gratuità per tutti. Nella circolare si puntualizza infatti che la profilassi «riguarda altresì i minori stranieri non accompagnati, vale a dire i minorenni non aventi cittadinanza italiana o dell’Unione Europea che si trovano per qualsiasi causa nel territorio dello Stato, privi di assistenza e di rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per loro legalmente responsabili. Per essi è infatti prevista l’iscrizione obbligatoria al Servizio Sanitario Nazionale anche nelle more del rilascio del permesso di soggiorno».

Previsto anche «Il recupero dei non vaccinati o dei vaccinati parzialmente». Saranno le Asl di riferimento a doversene occupare verificando eventuali inadempienze. I sanitari dovranno avviare dei percorsi personalizzati valutando vaccini e numero di dosi già somministrati, età del minore, numero di dosi necessarie a completare ciascun ciclo a seconda dell’età tenendo conto di condizioni cliniche particolari che richiedano un rinvio.

Per maggiori informazioni sugli obblighi di vaccinazione si consiglia di visitare la sezione dedicata sul sito del Ministero della Salute e consultare il proprio pediatra o medico curante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *